Hollywood ripresa dagli obiettivi dei fotografi Magnum arriva al Museo Nazionale del Cinema

E’ un James Dean in calza maglia e quasi sereno quello che si può ammirare ritratto da Magnum sulla cancellata del Museo del Cinema. Smessi il suo giubbotto di pelle e i panni da “ribelle senza ragione” che hanno segnato un’epoca, si appoggia a una balaustra mentre prova un passo di danza. E’ solo uno dei 130 scatti che compongono la  mostra “Magnum sul set”, organizzata dalla famosa agenzia fotografica in collaborazione con il Museo del Cinema, e che ritrae appunto il mondo di Hollywood attraverso una lente più personale e intima. “Robert Capa (uno dei fondatori dell’agenzia, ndr), infatti – ha spiegato Alberto Barbera, Presidente del Museo del Cinema, – di ritorno dalle sue missione sui fronti più caldi di guerra, negli ‘50 divenne molto amico di registi e attori, tra cui John Huston e Ingrid Bergman. Ciò gli consentì di realizzare dei reportage esclusivi ritraendo registi e star partendo da un rapporto stretto di vicinanza personale”.

La mostra, che si inaugura oggi e sarà in allestimento sino al 25 settembre 2011, è curata da Andréa Holzherr e Isabel Siben, mette in scena i ritratti dei 12 importanti film, tra cui Luci della ribalta di Charlie Chaplin, Quando la moglie è in Vacanza di Billy Wilder, Gioventù bruciata di Nicholas Ray, Il processo di Orson Welles, Zabriskie point di Michelangelo Antonioni. “Robert Capa e John Huston avevano la comune passione per il pocker, e si conobbero proprio a un tavolo verde – ha spiegato la co-curatrice Andréa Holzherr. Il fotografo si trovò così a seguire i set in maniera più intima di quanto non potessero i fare i fotografi assoldati dalla produzione. Nel caso de Gli spostati, due fotografi Magnum erano sempre presente, in turni. Seguirono il film in ogni dettaglio e vissero a contatto con le star durante le riprese. L’evoluzione del film, le difficoltà, la psicologia e il successo vengono fuori da questi reportage”.

La mostra è stata concepita lo scorso anno, e allestita la prima volta a Monaco di Baviera. Da oggi è in Italia e fa tappa a Torino, “dove è stata arricchita – ha fatto sapere Lorenza Bavetta, sales and development director alla Magnum Paris – da sette cortometraggi montati con una selezione di immagini Magnum che non sono entrate nella mostra, per andare ancora più lontano sul tema del rapporto tra set cinematografici e fotografi”. Sull’esterno della Mole, inoltre, sono affisse sulla cancellata 30 fotografie che ritraggono i protagonisti di Hollywood alle prese con la danza.

Per accompagnare l’evento, il Museo del Cinema ha organizzato una rassegna cinematografica che inizia oggi e si concluderà il 10 luglio, che propone le 12 pellicole di cui trattano le fotografie. Oggi alle 21, al Cinema Massimo, sarà possibile assistere a “Quando la moglie è in vacanza” di Billy Wilder, in versione originale con sottotitoli in italiano.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>