Pinerolo, sindaco Covato incontra le famiglie, l’asilo riapre con personale comunale

Acqua sull’incendio scoppiato tra le mura dell’asilo nido “Paese delle meraviglie” di Pinerolo. Dopo le parole del capo della procura “non chiamatelo più asilo degli orrori”, arriva l’intervento del sindaco Paolo Covato. Il primo cittadino incontrerà oggi pomeriggio i genitori dei bambini che passavano le loro giornate nel nido etichettato come “degli orrori” per via degli episodi di violenza e crudeltà cui sarebbero stati sottoposti i bambini. L’incontro avverrà nell’ottica della riapertura dell’asilo sequestrato dai Carabinieri giovedì scorso. Nella struttura non ci saranno più Francesca Pamfili, Elisa Griotti e Stefania Di Maria, le tre maestre bersaglio delle denunce presentate dalle famiglie coinvolte. Si tratta di una decisione presa dalla procura della Repubblica del tribunale di Pinerolo insieme a quella di nominare Covato il custode giudiziario dell’asilo nido. La riapertura della struttura è stata decisa per venire incontro ai disagi delle famiglie che, dopo il sequestro del “Paese delle meraviglie”, non erano riuscite a trovare posto per i loro figli in altri asili della città. L’indagine sulle maestre è iniziata lo scorso febbraio ed è stata coordinata dal pm di Pinerolo Ciro Santoriello. Tutto è partito dalla denuncia di un privato cittadino poi supportata da personale impiegato nella struttura a cui si sono aggiunti un ex dipendente e un genitore di uno dei piccoli ospiti dell’asilo nido.

This entry was posted in Cronaca, Futura, Notizie and tagged . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>