Appendino: “Al ballottaggio la sfida si gioca sulle periferie” / il video

Dopo 15 anni di dominio incontrastato del centro-sinistra, anche a Torino le elezioni amministrative si decideranno al ballottaggio. Alle consultazioni di ieri, il sindaco uscente, Piero Fassino, si è fermato al 40%, mancando l’obiettivo della rielezione al primo turno. “Abbiamo avuto un largo consenso – ha dichiarato l’ex leader dei Ds al termine dello scrutinio -. Il risultato è confortante e ci dà fiducia per affrontare il ballottaggio”.

Il moderato entusiasmo di Fassino si scontra con l’euforia dei vincitori del primo turno: il M5s e Chiara Appendino. La candidata dei 5 stelle può esultare per l’insperato risultato: con oltre il 30% delle preferenze, infatti, sono solo 40 mila voti i voti che la separano dal sindaco uscente. Un’impresa inimmaginabile all’inizio della campagna elettorale.

La nostra forza sono le persone – ha dichiarato questa mattina la giovane consigliera di fronte alla platea di giornalisti presenti per la sua conferenza stampa al Cortile del Maglio-. Abbiamo raggiunto un risultato straordinario, ma non basta. Nelle prossime due settimane ce la dovremo mettere tutta, come abbiamo fatto in questi ultimi 8 mesi”. Ora, la vera sfida per la pentastellata sarà portare al voto chi domenica si è tenuto lontano dai seggi. “Il grande tema è l’astensionismo. La sfiducia dei cittadini è comprensibile e giunge al termine di cinque anni di un’amministrazione che ha raccontato una Torino che non esiste”.

La critica verso Fassino è netta: “Il sindaco ha trascurato temi importanti come sicurezza, povertà e lavoro. Da qui dobbiamo ripartire”. Per questo, come prima mossa da sindaco, l’Appendino ha promesso una razionalizzazione dei costi della macchina amministrativa, da reinvestire in incentivi per la piccola e media industria. “Da qualche anno Torino ha uno dei tassi di disoccupazione giovanile peggiori del nord Italia. Occorre dare fiducia alle giovani generazioni e incentivare la ripresa delle nostre piccole e medie imprese. Solo così la nostra città potrà riprendersi”.

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.