Arena: “Avanti coi ricorsi, ma non per sempre”

Giuseppe Arena

TORINO. “Avanti così, ma solo fino a un certo punto”, Giuseppe Arena, il volto di Arenaways, non quantifica il tempo per quanto ancora continuerà la battaglia legale con Trenitalia e Ferrovie dello Stato ma si prepara per affrontare i prossimi appuntamenti con Tar e Antitrust.

I prossimi appuntamenti sul fronte ricorsi sono fissati per giovedì 10 marzo, quando il Tar del Lazio si esprimerà in merito alla richiesta di Areways di poter esaminare la documentazione prodotta da Trenitalia secondo la quale l’ingresso nel mercato del trasporto persone da parte della compagnia privata comprometterebbe l’equilibrio economico.

Mercoledì 16 marzo Arenaways sarà invece ricevuta dall’Antitrust nell’ambito dell’istruttoria avviata nei confronti di Ferrovie dello Stato.

“I nostri avvocati li paghiamo noi, quelli delle Ferrovie dello Stato li paghiamo tutti – continua Arena – Gli azionisti hanno già messo mano al portafogli due volte. È una causa giusta ma siamo pur sempre un’impresa. Il limite oltre il quale non ci spingeremo è già stato spostato un po’ di volte e dal punto di vista economico avremmo già dovuto mollare da un pezzo”.

Per Arena che si definisce un rivoluzionario, sullo scontro con Ferrovie dello Stato, manca l’intervento del Governo nazionale e regionale, “Se l’obiettivo è quello di avere tavole di mobilità continue non hanno che da continuare – critica -. Gli ultimi tre mesi è andata benissimo per il monopolista che ha gestito la situazione in modo che noi andassimo malissimo: Trenitalia ha raggiunto i suoi obiettivi”. Secondo Arena ci sarebbe un esempio da imitare in Trentino. “Un’impresa simile alla nostra ha incontrato lo stesso problema, quello di non poter fare fermate intermedie. Gli amministratori sono intervenuti risolvendolo. Io non riesco neppure a parlare con Roberto Cota (presidente della regione Piemonte, ndr.) e Sergio Chiamparino (sindaco di Torino, ndr.).

La battaglia legale continua ma prosegue il lavoro dell’azienda privata che nei primi tre mesi  registra una media di 110 passeggeri al giorno e tra gli 800 e i mille a settimana. Confermata la promozione a 10 euro sulla tratta Torino-Milano per tutto il mese di marzo mentre si preparano i treni per il trasporto con auto al seguito da e verso Germania e Olanda. Le previsioni sono quelle di passare da 300 a 600 treni entro la fine del 2012.

This entry was posted in Notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>