Comunali, arriva il decimo candidato

Armando Grometto è il decimo candidato a sindaco di Torino per la Federazione dei Movimenti Italiani

TORINO. Parli di Torino e spuntano i candidati. Ai nove già in corsa per diventare sindaco si aggiunge Armando Grometto. Quarantasette anni, socio di una azienda che produce carrozzine per disabili, Grometto è segretario comunale e provinciale di “Italia Attiva” (www.italiaattiva.org). Un partito nato due anni fa in Lombardia e che da febbraio ha una sede anche in Piemonte. Il movimento è piccolo e fa parte della Federazione dei Movimenti con cui Armando si presenta ufficialmente: si tratta di una aggregazione di altre piccole e medie associazioni politiche  come  Nessun Partito, Democrazia Europea e Italia dei Veri Valori – nata con la scissione dall’Italia dei Valori.

Sarebbero 250 le firme raccolte fino ad oggi dal neo concorrente. Il numero minimo per Torino è 500, ma il margine di sicurezza da raggiungere entro il 15 aprile è 650.

Grometto, è sicuro di farcela? “Speriamo di sì, anche domani saremo presenti in città con i nostri banchetti per la raccolta delle adesioni”.

Porta Palazzo (angolo Via Milano), Corso Racconigi (angolo corso Peschiera) e il Mercato di Santa Rita i punti scelti da Italia Attiva. Quanto al consenso potenzialmente spendibile in sede elettorale, non è chiaro quanti siano i sostenitori effettivi della Federazione. L’associazione di Grometto, però, sarebbe stata contatta da esponenti della vecchia Democrazia cristiana piemontese per cercare un’alleanza. Nessun corteggiamento da Pd o Pdl.

Con quale programma si presenta la Federazione? “Puntiamo a combattere la corruzione e sviluppare la trasparenza degli atti amministrativi e politici”. Ma su un tema caldo come la questione Tav, Grometto si dice d’accordo con l’alta velocità. “Io dico sì alla Tav, anche se ci sono altre urgenze che Torino e il Piemonte devono affrontare”. Ad esempio? “La disoccupazione giovanile e la povertà che sono cresciute a dismisura”.

Con Grometto ora sono dieci i candidati a sindaco di Torino. Oltre a Piero Fassino (Pd) e Michele Coppola (Pdl) concorrono Juri Bossuto (Federazione di Sinistra), Bruno Berardi (Fiamma Tricolore), Vittorio Bertola (Movimento 5 Stelle Torino), Daniele De Betto (Partito Comunista dei Lavoratori), Claudio Marchesino (Partito Liberale Italiano), Alberto Musy (Terzo Polo) e una sola donna: Antonella Visentin (Sinistra Critica).

Per il programma completo di Italia Attiva:

http://www.italiaattiva.org/_docs/Programma%20IA%202010%20V9.pdf

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>