Dall’8 giugno al 22 luglio rivive la Manifattura Tabacchi

Da Fabbrica parzialmente dismessa a polo culturale. Dall’8 giugno al 22 luglio la Manifattura Tabacchi di Torino diventa uno spazio di e per i cittadini, in grado di riqualificare il quartiere e offrire una proposta culturale di alto livello, ospitando mostre, concerti, spettacoli, letture.

Una programmazione che coniuga globale e locale: Hasan Elahi, artista del Bangladesh, che da anni vive negli Stati Uniti, presenta il suo innovativo progetto multimediale, The Orwell Project, che lo ha reso perennemente tracciabile dopo un’accusa infondata di terrorismo in seguito agli attacchi dell’11 settembre 2001. Più legata al territorio, invece, Terre Gaste. Cinque fotografi sulle rive della città. Federico Botta, Fabrizio Esposito, Rosalia Filippetti, Gianni Fioccardi, Giulio Lapone,  in cui, i cinque fotografi ritraggono le sponde del torrente Stura di Torino come una no man’s land dove la natura conserva il suo corso fra orti urbani, baracche di lamiera e cartone e storie di uomini e vita.

A lato delle due mostre, un calendario di eventi diversificato, in grado di accogliere un pubblico eterogeneo e di far rivivere, seppur con una nuova e temporanea destinazione d’uso, un luogo che è stato un centro propulsore per il quartiere, simbolo di un’epoca e di un’identità.

 

 

This entry was posted in Cultura, Notizie and tagged . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>