Dalla Sub Pop all’Astoria. Stasera gli Shabazz Palaces a Torino.

Ishmael Butler aka Palaceer Lazaro e Tendai 'Baba' Maraire

In principio era i Nirvana. Venti anni dopo,la Sub Pop, storica etichetta di Seattle, si è fatta indie, con un carnet di band come Fleet foxes, Cocorosie, Iron and Wine e Band of horses. L’Astoria di Torino, che sin dalla sua recente apertura cavalca la tigre con un programma molto hipster, presenterà stasera gli Shabazz Palaces, la prima formazione hip-pop entrata a far parte della casa americana. Il gruppo, in principio rimasto volutamente lontano da flash, interviste e perfino dai social network, è rimbalzato negli ultimi due anni da un’oscurità mediatica a una popolarità provvidenziale entrando nel giro dei magazine e radio più influenti.

Sono bastate, sì far per dire, un paio di recensioni sul Guardian, Rolling Stone Usa e passaggi radiofonici nel programma di Lauren Laverne su Bbc radio 6 per far impazzire tutti. Gli Shabazz Palaces, agli esordi refrattari perfino ad aprire una pagina su Myspace, come testimonia una vecchia intervista a Pitchfork, ora non lasciano niente al dettaglio. Come l’art direction onirica dei video, girati alla Terence Malick da Kahlil Joseph, e la grafica minimalista e arabeggiante della cover del loro primo album “Black Up”. Se dal punto di vista mediatico gli Shabazz Palaces sono pronti a fare il botto, il merito è chiaramente della loro musica. Ishmael Butler aka Palaceer Lazaro e Tendai ‘Baba’ Maraire spingono su un hip-pop dai toni cupi, con una linea vocale fatta più di spoken word che rap nudo e crudo con un piglio ossessivo delle basi che non sfigura neppure davanti al Tricky più psicopatico.

Meglio non perdersi il concerto di stasera, altrimenti tra tre mesi non vi potrete vantare tra gli amici di aver visto e scoperto una probabile, si spera, next big thing.

Info: http://astoria-studios.com/content/shabazz-palaces

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=JUYaa7_Osik[/youtube]

This entry was posted in Futura, Notizie. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>