È con gli architetti il primo confronto dei candidati sindaco

Primo faccia a faccia tra i candidati alla poltrona di sindaco della città di Torino. L’appuntamento è per oggi, martedì 3 maggio, alle 18 al Toolbox di via Agostino da Montefeltro, dove si terrà un dibattito organizzato dall’Ordine degli architetti di Torino. Al centro del confronto, il futuro urbanistico del capoluogo piemontese.

“I candidati sindaco avranno a disposizione delle pillole, tra i 5 e i 7 minuti a testa, per raccontare che città vorrebbero – dice il presidente dell’Ordine Massimo Giuntoli che modererà il confronto –. Ci concentreremo su tre punti in particolare: le trasformazioni urbane, la qualità dell’architettura e le opere pubbliche. Noi architetti chiediamo di essere protagonisti sin dalla nascita del progetto del prossimo sindaco di Torino. Vogliamo essere coinvolti nella creazione urbanistica, nella predisposizione del piano regolatore, ma soprattutto nell’individuazione degli strumenti: crediamo che il futuro sindaco dovrà far ripartire la macchina dei concorsi, magari prevedendone due all’anno, nel piano triennale di sviluppo. E poi chiediamo che dei concorsi e delle gare vengano rivolti espressamente ai più giovani che troppo spesso ne sono esclusi”.

A confrontarsi saranno l’attuale sindaco Piero Fassino e gli sfidanti Chiara Appendino (M5S), Giorgio Airaudo (Torino in Comune), Alessio Ariotto (Partito Comunista dei Lavoratori), Anna Battista (Basta!), Pier Carlo Devoti (La Piazza), Mario Levi (IdV), Alberto Morano (Lega Nord), Marco Rizzo (Partito Comunista), Roberto Rosso (Roberto Rosso Sindaco) e Roberto Salerno (MSI-Destra Nazionale). Non hanno invece confermato la propria presenza Guglielmo Del Pero (SiAmo Torino), Roberto Usseglio (Forza Nuova) e Osvaldo Napoli (Forza Italia).

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.