E il premier va sul grande schermo

Locandina del documentario "Silvio Forever"

“Silvio Forever”. In tempi di manifestazioni, striscioni e slogan, questo no, non è un nuovo motto; bensì il titolo del documentario sul premier in uscita il 25 marzo.

Viene annunciato come un’autobiografia non autorizzata e dunque percepito come non del tutto attendibile. Tuttavia, gli autori non sono degli “ultimi arrivati”. Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, note firme de “Il Corriere della Sera”, hanno scritto a quattro mani critici best sellers sui vizi e sugli sprechi della politica italiana, come “La Casta” o “La Deriva”. La regia è di Filippo Macelloni e Roberto Faenza, regista di film di livello internazionale e persona che ha dato lustro all’Italia. Nel 1978 realizzò il documentario “Forza Italia!” sulla storia dal dopoguerra in poi. Ironicamente, sedici anni più tardi, Silvio Berlusconi avrebbe fondato un partito con il medesimo nome.

Nella sinossi riportata sul sito ufficiale del film, il capo del Governo viene ritratto come “uno strepitoso personaggio della commedia dell’arte, capace di offrire una miriade di spunti per un’avventura cinematograficamente immaginabile”. Nonostante manchi poco meno di un mese all’uscita, “Silvio Forever” non ha ancora ricevuto una grande pubblicità. Si attendono presto le polemiche.

This entry was posted in Cronaca, Cultura, Futura, Notizie and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>