Ecco la nuova tessera sanitaria, ma per ora non cambia nulla

É iniziata in Piemonte la distribuzione della nuova tessera sanitaria definita Carta Nazionale dei Servizi, che sta per scadere a molti cittadini della Regione. La card sarà sempre di colore azzurro e conterrà codice a barre per i dati fiscali e le esenzioni.

Tuttavia nel progetto del Ministero della Sanità c’è quello di abilitare questa tessera in modo che le Regioni possano attivare ulteriori servizi. Tra questi il più importante è la creazione di una banca dati consultabile da tutta la rete informatica ospedaliera e medica, che contenga la storia sanitaria di ogni paziente. L’attivazione di queste funzioni avverrà solo dopo aver richiesto agli sportelli indicati dalle ASL un codice d’accesso personalizzato ai dati sanitari.  

Ma ben che vada, come confermano dall’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte, questi ulteriori servizi potranno essere abilitati solo dal prossimo luglio, e ad una condizione: che il 13 marzo 2012 il Consiglio Regionale approvi il piano di standardizzazione informatica delle 400 aziende ospedaliere e sanitarie piemontesi, con i relativi progetti di riorganizzazione dei servizi.

Se ciò avvenisse i pazienti piemontesi, ovunque si rechino nella loro regione per richiedere cure e prestazioni, grazie alla nuova tessera potrebbero mostrare ai medici incaricati la loro storia sanitaria, facilitando diagnosi e cure appropriate. Aspettare per credere.

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>