Ex-Bertone: oggi il referendum. Fiom verso il sì. Landini: “atto di legittima difesa”

L'ex Bertone (fonte: stampa.it)

L’ex Bertone come Pomigliano e Mirafiori, l’esito è atteso per domani sera. È questo una scenario molto probabile. Nell’assemblea di stamani che ha preceduto l’inizio del voto anche le rsu Fiom-Cgil hanno detto di votare per il sì.

Il segretario generale della Fiom Maurizio Landini ha definito la scelta “un atto di legittima difesa di chi, sottoposto al ricatto, non vuole accettarlo. Il referendum – ha aggiunto – è illegittimo e la Fiom andrà avanti sulla strada dei ricorsi”. “Non ci faremo dividere – ha detto in  assemblea il delegato Fiom Pino Viola – tra quelli che vogliono lavorare e quelli che vogliono difendere i diritti perché questa battaglia l’abbiamo iniziata tutti insieme e tutti insieme la vogliamo portare avanti. Non permetteremo a nessuno, tanto meno all’azienda, di scaricare su di noi la responsabilità di non fare l’investimento”. Viola ha aggiunto che sarà necessaria “una verifica democratica con la rielezione della rsu perché non si è riusciti a raggiungere l’obiettivo di un buon accordo che tenesse insieme lavoro e diritti”.

Le 1100 tute blu si esprimeranno sulle condizioni poste dalla Fiat per riprendere l’attività, investire 550 milioni di euro e dare il via alla produzione del modello Maserati. Si voterà fino a domani pomeriggio alle 18. Anche le altre sigle sindacali (Cisl e Uil) sono favorevoli all’accordo e al piano dell’azienda automobilistica. Intanto, nei giorni scorsi, il decreto relativo al secondo anno di cassa integrazione straordinaria per i dipendenti della ex Bertone è stato firmato dal Governo. Domani, in serata, si conoscerà l’esito del referendum.

This entry was posted in Cronaca, Lavoro, Notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>