Futura

15/06/2016

Giovani arbitri al Beach Volley in The City

Filed under: Notizie,Sport,Young — Federica Frola @ 14:27

Giugno e luglio è Beach Volley in The City (Bvitc). Il torneo da ormai tre anni si tiene al centro sportivo Lingotto in via Ventimiglia con partite dalle 20 alle 24 dal lunedì al venerdì. Filippo Cardellino e Valentina Di Capua, entrambi 25 anni e torinesi, sono protagonisti in prima persona del Bvitc. “Siamo sia arbitri sia giocatori – spiegano i due giovani -. La manifestazione è la più grande che c’è tra Torino e provincia: dalle 72 squadre della scorsa edizione quest’anno siamo arrivati a 80, non contando le 40 escluse perché in ritardo a iscriversi”.

Sono tante le novità: i campi sono passati da 5 a 6, il sito internet è diventato un vero e proprio portale di informazioni per gli atleti partecipanti, e come sempre il chiosco fornisce bibite, panini e buona musica durante le ore di gioco. “Tra giocatori e amici in un mese e mezzo passano per via Ventimiglia almeno 1500 persone – racconta Cardellino, studente di Scienze motorie -. Il Lingotto diventa un punto di ritrovo per il mondo del volley”.

Il torneo è suddiviso in quattro maxi-gironi per livello: Aquarius, Centaurus, Taurus e Pegasus. Ci sono tre fasi, da tre partite ciascuna, in cui le squadre, sfidandosi tra loro, possono scalare o meno la classifica. L’ultima fase sarà, poi, ad eliminazione diretta. “Le categorie sono cambiate molto negli anni – spiega Di Capua, studentessa di giurisprudenza -. Il livello di gioco si è alzato sempre di più. Ad esempio per me che gioco a pallavolo in serie D è un modo per stare in competizione e tenermi in forma in modo divertente. Ad oggi non esistono altri tornei che ti fanno giocare per un tempo così prolungato”.

Gli organizzatori sono in arte Roby e Gigio: Roberto Casalini e Luigi Dimiccoli nella vita rispettivamente un product manager e un tassista e gestori due società di pallavolo. La loro passione per il volley li spinge ogni anno ad organizzare il Bvitc, affiancati da uno staff di giovani arbitri. “Non siamo solo ragazzi, però – precisa Cardellino -, il bello è incontrare persone straordinarie di qualsiasi età e provenienza. Sotto rete ci sfidiamo, ma subito dopo andiamo a berci una birra tutti insieme”.

Il beach volley negli ultimi tre anni ha fatto un salto di qualità notevole a Torino: il Cus Torino e il Beach Volley Training organizzano durante l’anno corsi validi di livello base, intermedio e agonistico. “Quando inizia il Bvitc, invece, sai che è iniziata l’estate, anche se continui a lavorare o studiare – aggiunge Di Capua -. La sera vai al Lingotto e trovi una grande famiglia a tenerti compagnia. Ci si conosce ormai tutti, si mangia e si beve insieme. L’altra sera ad esempio alcuni ragazzi hanno portato un tablet e abbiamo visto tutti insieme la partita dell’Italia agli Europei”.

Nessun commento

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.

Powered by WordPress