Hiroshima: venticinque anni di grande musica

Tre serate di festa in musica e un libro scritto per l’occasione. E’ il regalo che l’Hiroshima Mon Amour ha deciso di farsi e di fare al pubblico torinese per il suo venticinquesimo compleanno. Il club, oggi in via Bossoli 83, apriva i battenti un quarto di secolo fa a San Salvario, proponendosi ben presto come un polo culturale di riferimento per la città.

Negli anni si sono alternati sui palchi dell’Hiroshima centinaia di artisti, comici, gruppi, cantautori e musicisti della scena nazionale e internazionale, dagli emergenti dei circuiti underground ai big del mainstream.

E molti di questi artisti, diventati veri e propri amici dell’Hiroshima tour dopo tour, live dopo live, parteciperanno alla tre giorni musicale. Ognuna delle serate in programma prevede sei concerti completi e quattro deejay in consolle. Si parte giovedì 19 con la vena cantautorale di un maestro del genere, Eugenio Finardi. Dopo di lui toccherà ad uno dei talenti più interessanti del panorama musicale italiano, Dente. Quindi sarà la volta degli Snaporaz, band livornese assurta agli onori della cronaca una quindicina di anni fa per la colonna sonora di Ovosodo, il primo successo cinematografico di Virzì. A chiudere il primo happening alcuni esponenti della scena torinese: dagli El Tres a Vittorio Cane, da Antimusica a Stefano Amen.

Venerdì 20 toccherà ad un altro gruppo piemontese, che partendo dall’ambito locale si è imposto come la reggae band più famosa d’Italia: gli Africa Unite. Con Bunna e Madaski saliranno sul palco tanti ospiti, tra cui Luca Morino dei Mau Mau, che suoneranno nell’esibizione successiva.

Nella stessa serata saranno di scena anche i Tre Allegri Ragazzi Morti, il cui leader e voce Davide Toffolo è protagonista della kermesse anche come disegnatore. Ha infatti illustrato il libro di Fabio Geda “Hiroshima Venticinque. Il futuro è un bambino che dorme” .

Sabato 21, infine, si ride e si balla con gli Skiantos, i Fratelli di Soledad ed Mgz. Non solo musica però. Saranno presenti gli stand di sei birrifici artigianali (Gilac, Birrificio Torino, Birrificio San Paolo,La Piazza, Beba, Solaramà) e del M** Bun, la prima agrihamburgeria torinese.

Gli ingressi alle tre feste costeranno 12 euro ciascuno. L’organizzazione consiglia di acquistare i tagliandi in prevendita.

Calendario appuntamenti

GIOVEDI’ 19 APRILE

Eugenio Finardi, Dente, Snaporaz, El Tres, Vittorio Cane, Antimusica, Carlo Pestelli &  Paolo Bonfanti, Deian e l’Orso Glabro, Stefano Amen, Gipo Di Napoli, Lele Roma

VENERDI’ 20 APRILE

Africa Unite con ospiti, Mau Mau, Tre Allegri Ragazzi Morti, Luciana Littizzetto, Paolone Aka Ferrari, Matteo Castellano, Roby Vaio 

SABATO 21 APRILE

Skiantos, Statuto, Fratelli di Soledad, Federico Bianco e Orchestra Ritmi Moderni Arturo Piazza, Mgz & le Buru Buru Girls, Dj Nikky, Fakemen, Dj Pippo De Masi, Dj Mischa, Mastafive, Motor, John Kamikaze

This entry was posted in Cultura, Notizie and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>