I bambini in visita all’Università

Stilista, professore di italiano, sportivi, medici. Sono alcune delle aspirazioni dei bambini delle elementari che oggi potranno scoprire meglio l’Università attraverso laboratori, visite guidate e percorsi didattici.
È stata inaugurata la quarta edizione di “Bambini e Bambine. Un giorno all’Università”, promosso dalla città di Torino, il cui obiettivo è avvicinare i giovani studenti all’alta formazione, che deve essere garantita a tutti.
Ai presenti l’assessore all’istruzione Mariagrazia Pellerino ha spiegato quanto sia fondamentale scoprire e coltivare il proprio talento, a prescindere dalle condizioni economiche e sociali: “Vogliamo che cresciate con l’idea che l’Università possa essere aperta a tutti. Non importa se i vostri genitori sono laureati o no, questo è un luogo aperto e nessuno deve essere escluso se ha voglia e capacità. In Italia abbiamo il minor numero di laureati in Europa, abbiamo bisogno di persone formate per affrontare un mondo complesso”, ha detto Pellerino, ricordando come gli Atenei siano anche un centro di ricerca fondamentale per tutta la comunità. A dare il benvenuto agli studenti anche il Rettore Ajani, che ha spiegato come funziona la divisione in dipartimenti e in che modo si sceglie una facoltà: “In futuro ci saranno lavori che adesso non esistono, in questi giorni potete scoprire meglio non soltanto cos’è l’Università ma anche cosa vi piacerebbe diventare”. Dopo i saluti inaugurali è stato il turno di Maurizio Bertolini, matematico e ricercatore del Social Community Theatre Centre, che con uno spettacolo di animazioni e interazione con il pubblico ha cercato di avvicinare i bambini a una materia spesso ostica come la matematica. L’iniziativa è stata organizzata in associazione ad alcuni atenei tra i quali l’Università di Torino, il Politecnico, lo IAAD, l’Accademia delle Belle Arti, lo IED e il centro interuniversitario Agorà Scienza.

This entry was posted in Cultura, Futura, Notizie and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.