I precedenti e le nuove frontiere dello spaccio tra i giovani

di Sara Iacomussi e Simone Vazzana.

Spinelli nascosti in pennarelli o sigarette elettroniche: è l’ultima “invenzione” scovata dagli studenti del Colombatto di Torino per spacciare droga tra i banchi scolastici.

Invenzione che non è, però, nata dalle menti torinesi. Quest’ultima frontiera è la penna vaporizzatore per erbe secche, in commercio dal 2014. La Grenco Science, azienda californiana, ha scelto il rapper Snoop Dogg come testimonial per lanciare il suo nuovo prodotto. Con tanto di video tutorial su YouTube. La penna è in acciaio inox e vetro, contiene accessori per la pulizia e per la mescolatura. È acquistabile online, il prezzo è di circa 75 dollari.

A Torino non è, però, la prima volta che le indagini delle forze dell’ordine mettono in evidenza il rapporto tra ambiente scolastico e spaccio di droga. Maggio 2014: operazione “Giochi proibiti”, per il luogo in cui avveniva lo spaccio, i giardini Cavour, proprio nei giorni in cui si era acceso un dibattito politico sul permesso di giocare a palla nell’area verde. In mezzo a bambini delle elementari e delle medie, gli spacciatori, appena maggiorenni, vendevano marijuana e hashish agli studenti delle scuole del centro, della “Torino bene”. Sei giovani erano stati fermati in fragrante e nelle perquisizioni erano stati trovati 13 grammi di cocaina.

Sempre nello stesso anno, ma il mese prima, un maggiorenne era stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti duranti un controllo in una scuola superiore del quartiere San Donato. A casa del pusher erano stati sequestrati ben 137 grammi di marijuana e altri 237 involucri di plastica trasparente con chiusura ermetica, un bilancino di precisione, un coltello a serramanico con lama di circa di 10 cm, ossidata dalla fiamma, un barattolo di vetro con residui di sostanza stupefacente, filtri e anche pillole in capsule di sostanze steroidee.

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.