Il Duomo di Torino si prepara all’Ostensione della Sindone/Il saluto di Nosiglia

“Per vincere il male bisogna far crescere il bene, so che è difficile, ma anche nelle persone che uccidono o che fanno del male sono presenti valori benefici. A volte l’ideologia o il fanatismo impediscono a loro stessi di vedere il bene che hanno dentro” sono le parole contenute nel messaggio pasquale dell’Arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia che conclude “Non lasciamoci vincere dal male, ma vinciamo il male con il bene”. Le dichiarazioni aprivano la giornata che ha consentito alla stampa di entrare nel Duomo di Torino dopo la chiusura per i lavori. Entrare nella Cattedrale di San Giovanni Battista, per i tanti pellegrini che arriveranno per l’Ostensione della Sindone, sarà un momento importante. In mattinata tuttavia la sensazione di vivere un momento speciale non si è avvertita, sia per i lavori all’esterno sia all’interno. Al di fuori della chiesa erano ancora numerosi i furgoni da cui si scaricavano materiali utili per i restauri, mentre all’interno gli operai armeggiavano con plastiche e cartoni come testimoniano le immagini. Il comitato organizzatore ha comunque assicurato che sarà tutto pronto entro il 19 aprile, giorno in cui inizierà l’Ostensione che durerà fino al 24 giugno. Già si è potuta vedere la teca in cui sarà posto il sacro lenzuolo che, insieme alle raffigurazioni delle navate laterali, renderà solenne il momento di partecipazione dei fedeli.

Durante tutta l’esposizione della Sindone ogni mattina alle 7 sarà celebrata la messa (aperta a tutti) a cui seguirà la visita del Duomo (su prenotazione). Saranno inoltre previste alcune aperture serali che permetteranno ai fedeli di poter entrare fino alle 23.30.

Ecco l’augurio di buona Pasqua del Arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia:

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.