Il Torino non vince più, Ventura: “Mi assumo le responsabilità”

Il vecchio cuore granata non batte più. Cinque partite senza vittorie, sette reti subite e solo quattro segnate per tre punti all’attivo, ma soprattutto tifosi per la prima volta contro Ventura. Il Torino è ufficialmente in crisi. La sconfitta di ieri contro il Chievo Verona, in casa e in rimonta, sembra aver spezzato quel feeling tra curva e società che si era faticosamente creato negli ultimi anni. Forse per la prima volta da quando l’allenatore genovese siede sulla panchina granata, qualcosa si è rotto. Neanche il ritorno di Immobile, che in un primo momento sembrava poter portare gol ed entusiasmo, è servito a ridare fiducia a un ambiente che a inizio campionato viaggiava veloce verso l’ennesimo campionato di livello. E invece il 2016, fino adesso, è stato un calvario. Solo una partita vinta, contro il derelitto Frosinone. Ma la cosa più preoccupante è la sensazione di sfiducia nei confronti del lavoro di Gianpiero Ventura. Ieri la Maratona, da sempre affianco al tecnico, ha manifestato il suo disappunto con una dura contestazione che non ha risparmiato nessuno: giocatori, allenatore e società. Una contestazione giustificata secondo Ventura: “A parte i primi 25 minuti, non ho riconosciuto il mio Torino, una squadra del tutto diversa. Quando si giocano partite così, ci sono responsabilità, innanzitutto dell’allenatore, perché la squadra è sua diretta emanazione. Me le prendo quindi tutte. Detto questo, dovrò fare alcune riflessioni, cercare di capire perché e cosa fare”.

Continua invece la lotta a due per il titolo. Juventus e Napoli faticano contro le “piccole” Frosinone e Carpi ma alla fine guadagnano entrambe i tre punti. Decisivi Cuadrado e Dybala per risolvere la partita del “Matusa”, mentre al San Paolo basta un rigore di Higuain per lasciare gli azzurri in vetta alla classifica con due punti di vantaggio sui bianconeri.

Tra le altre frenano Milan e Inter, costrette al pari da Udinese e Verona. Nella corsa all’Europa che conta vince solo la Roma, che batte 2-1 la Sampdoria all’Olimpico grazie ai gol di Florenzi e Perotti.

This entry was posted in Cronaca, Futura, Notizie, Sport and tagged , , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.