Juve e Toro, si stava meglio quando si stava peggio

Finisce malissimo la stagione del Toro. La sconfitta interna contro il Padova costa alla squadra di Lerda l’accesso ai playoff, scavalcata in classifica proprio dai veneti. La sfida di ieri è stata la fotografia dell’intera annata, un costante e confuso “vorrei ma non posso”. Qualche palla gol isolata, frutto di iniziative personali più che di una manovra collettiva, non può bastare per meritare di giocarsi ancora la promozione. Un verdetto giusto quindi, che certifica con i risultati la peggior annata della sempre più deludente gestione Cairo. L’esperienze di Lerda e di Petrachi in granata sono al capolinea, per la successione in panchina si parla di un ritorno di Colantuono o di un altro investimento coraggioso, Sannino tecnico che ha guidato il Varese al playoff. Molti tifosi vorrebbero però un altro cambio, quello di presidente. La curva Maratona ieri ha urlato tutta la sua rabbia, una delusione che prelude l’ennesima rivoluzione estiva in casa Toro.

Rivoluzione è la parola d’ordine anche per l’altra squadra cittadina. La Juventus ha mancato la qualificazione europea. Calciopoli e serie B a parte, non capitava nel 1991 dalla gestione tecnica di Gigi Maifredi. La cura della società di corso Galielo Ferraris è un iniezione di juventinità con l’ex capitano di tante battaglie, Antonio Conte, che ha chiuso la vincente esperienza senese ed è pronto a tornare ufficialmente a Torino, la sua casa sportiva. Pirlo per il centrocampo e Ziegler per la fascia sinistra di difesa sono i primi nuovi acquisti, entrambi svincolati. Il primo dal Milan, il secondo dalla retrocessa Samp. Servirà altro per cambiare passo e presentare una squadra finalmente competitiva ad alto livello.

La scorsa estate Juve e Toro arrivavano da annate molto deludenti, contornate da dure contestazioni delle rispettive tifoserie organizzate: i bianconeri acciuffarono una sommessa qualificazione in Europa League e il Toro venne battuto dal Brescia nella finale dei playoff.

Critici e addetti ai lavori sentenziarono: peggio di così non si può fare. Si sbagliavano.

This entry was posted in Futura, Notizie and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>