Juve, occhio all’ostacolo Samp

Dopo la vittoria di domenica scorsa a Cagliari, la Juventus ospita nell’anticipo di sabato (ore 20.30) la Sampdoria di Sinisa Mihajlovic. Nella scorsa stagione i blucerchiati, con Delio Rossi in panchina, sono stati la vera “bestia nera” della squadra di Antonio Conte, uscita sconfitta in entrambi gli scontri. Risale proprio alla sfida della 19^ giornata dello scorso campionato l’ultima disfatta dei bianconeri allo Juventus Stadium. Era il 6 gennaio 2013 quando la doppietta di Mauro Icardi – ora attaccante dell’Inter, ma più impegnato a cinguettare la sua “ars amatoria” con Wanda Nara, ormai ex moglie di Maxi Lopez – rimontò il provvisorio 1-0 realizzato da Sebastian Giovinco su calcio di rigore.

Una partita paradossale per i bianconeri che, nonostante il vantaggio e l’uomo in più per oltre 60 minuti, a causa dell’espulsione per doppia ammonizione dell’esterno destro Gaetano Berardi al 31’ del primo tempo, si fecero recuperare nella seconda frazione di gioco. Sfortunato protagonista della giornata è stato Gianluigi Buffon, autore di un intervento non memorabile sul primo gol dell’attaccante doriano e sorpreso sul suo palo in occasione della seconda rete dell’attaccante argentino.

In realtà, negli ultimi anni i doriani hanno fermato più volte i bianconeri, soprattutto nelle gare casalinghe. L’ultimo successo juventino a Torino è datato 28 ottobre 2009, quando la squadra allenata all’epoca da Ciro Ferrara, s’impose con un netto 5-1 sui blucerchiati che potevano schierare in attacco la coppia Cassano-Pazzini. Dalla stagione 2010/2011 la Juventus ha sconfitto la Sampdoria solo una volta (1-0 all’inizio di questo campionato grazie a Tevez), raccogliendo due pareggi (3-3 e 0-0 quattro anni fa) e le due sconfitte della scorsa stagione.

Oltre ai precedenti non del tutto favorevoli, ora Antonio Conte dovrà fare attenzione anche al nuovo tecnico blucerchiato Sinisa Mihajlovic che, da quando è arrivato sulla panchina doriana lo scorso 20 novembre, ha risollevato la situazione in classifica della squadra del presidente Garrone vincendo 3 partite, pareggiandone altrettante e uscendo sconfitta solo dalla trasferta di Napoli. Il tecnico bianconero dovrà esser bravo anche a gestire la fatica dei propri uomini: martedì c’è la Roma, ferita dalla sconfitta 3-0 del 5 gennaio, per i quarti di finale di Coppa Italia.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>