L’amichevole di lusso finisce in pareggio

L’ennesimo capitolo della sfida infinita tra Italia e Brasile finisce in pareggio, ma sono gli azzurri ad aver più motivo di sorridere.

In una Ginevra gelida, la squadra di Prandelli scende in campo con il lutto al braccio per la morte di Mennea e una formazione che unisce esperienza, classe e giovani. Nel primo tempo gli azzurri giocano meglio, ma sotto porta manca precisione. La Selecao non brilla, ma è brava a capitalizzare due errori degli avversari. Passa prima con Fred (33’) e ancora con Oscar in chiusura di primo tempo. Nella ripresa arriva la rimonta azzurra. Prima De Rossi accorcia le distanze insaccando su calcio d’angolo, poi Balotelli trova il tiro da fuori area, che coglie Julio Cesar colpevolmente fuori dai pali. Finisce 2-2.

L’Italia non è riuscita a spezzare il digiuno contro i verdeoro che dura da 31 anni (l’ultima vittoria nel mitico mondiale di Spagna ’82). Ma il bel gioco e la brillantezza fatta vedere dalla squadra può far ben sperare per la Confederations Cup e magari anche per il prossimo Mondiale, tutto in Brasile. È la Seleceo, invece, se l’unica speranza è Neymar, ad avere fondati motivi di preoccupazione in vista dei grandi appuntamenti casalinghi che l’attendono.

This entry was posted in Notizie, Sport and tagged , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>