“Le Piere” portano lo shampoo in carcere

carcere

Nel sovraffollato carcere Lorusso e Cutugno entra finalmente un spiraglio di luce sottoforma di shampoo. Sono ormai mesi, infatti, che le circa 100 donne – per la metà straniere – recluse alle Vallette insieme a una dozzina di bambini di età compresa tra zero e tre anni, partecipano a laboratori di manualità tenuti da alcune associazioni, che in alcuni casi si sono trasformati in posti di lavoro grazie all’intervento di una cooperativa piemontese.

Il volume edito da Seneca Edizioni

Il volume edito da Seneca Edizioni

Rosita Ferrato, corrispondete per l’agenzia di stampa Redattore Sociale, ha scritto l’anno scorso un libro (“Le Piere – Madame e signorine di Torino”, Seneca Edizioni) proprio per dare voce alle donne recluse a Torino. Questo perchè, come sottollinea Pietro Buffa, direttore della casa circondariale e autore dell’introduzione del libro, “la condizione femminile in carcere è peggiore di quella maschile, e non soltanto perché le carceri non sono studiate appositamente per loro. Si pensi, per esempio, ai pacchi che le mogli dei detenuti portano ai loro mariti: al contrario questo avviene decisamente di rado”.

Oggi i diritti d’autore del libro “Le Piere” hanno dato i loro frutti:  sono infatti serviti a fornire asciugacapelli, spazzolini da denti, dentifricio, detersivo per lavatrice, shampoo, bagnoschiuma e altri semplici oggetti della vita quotidiana al reparto femminile del carcere. Venerdì 26 marzo (ore 10,30), nelle sale dei laboratori artigianali interni al padiglione femminile, si terrà un incontro-conferenza stampa in occasione della consegna di questi oggetti alle detenute. In attesa del prossimo regalo.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>