Natale sui treni, ecco le misure di sicurezza

Novemila perquisizioni, tre arresti e settanta indagati in stato di libertà. Sono questi i risultati delle nuove misure di sicurezza disposte dalla Polizia di Stato nelle stazioni di Porta Nuova e Porta Susa.

L’esodo durante le feste verso casa, insieme ai molti passeggeri diretti a Roma per il Giubileo, ha convinto infatti la Polizia Ferroviaria ad intensificare i controlli dentro gli scali. Le unità cinofile e le forze speciali sono state dislocate anche per far fronte alla minaccia terroristica: dal 14 novembre, giorno successivo agli attacchi di Parigi, i TGV diretti verso la capitale francese sono oggetto di rigidi controlli sia a Torino che a Milano.
Particolare attenzione viene data anche ai convogli Freccia, per i quali è stata creata una rete di perquisizioni pre imbarco. Sui treni regionali, invece, la polizia affianca gli agenti della Protezione aziendale di Trenitalia: la linea Torino-Genova è infatti la decima per numero di reati commessi contro passeggeri e controllori.

Le nuove misure di sicurezza proseguiranno fino alla fine del periodo festivo. Non sono esclusi interventi straordinari, su richiesta delle Questure, per implementare i controlli straordinari in molte zone del Piemonte e d’Italia.

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.