La #NuitDebout francese vissuta dai torinesi / Gallery

Ieri a Parigi non era il 3 aprile ma il 34 marzo. O almeno così datavano, in un modo che ricorda la Rivoluzione Francese e il suo nuovo calendario, le centinaia e centinaia di manifestanti di place de la République, che per la quarta notte consecutiva hanno occupato una delle piazze più famose della capitale francese. Attraverso l’hashtag #NuitDebout, la notte in piedi, dimostrano il loro dissenso nei confronti delle riforme sul lavoro fatte dal governo, il corrispettivo del nostrano Jobs Act, e qualcuno li ha già definiti gli “Indignados di Francia”. Ieri sera, in piazza erano migliaia, seguiti su Periscope da 80 mila persone, contro il ritiro incondizionato della legge-lavoro.
Oltre al cuore pulsante della protesta, anche le università e le scuole superiori parigine si sono mobilitate: occupazioni, corsi sospesi e studenti in rivolta hanno caratterizzato, a partire da giovedì, la Francia. “Giovedì non abbiamo avuto lezione – spiega Joele Previotto, torinese in Erasmus nella città della Tour Eiffel – perché l’ateneo è stato occupato per tre giorni di fila. La situazione è molto movimentata, anche se non ancora estrema”. Oggi l’attività scolastica è ripresa: “Dopo l’occupazione del weekend, stanno organizzando squadre di pulizia: i muri e le aule dell’università erano imbrattate da scritte. Abbiamo, comunque, ricominciato a seguire le lezioni”.

Parigi, ma non solo: anche altre città francesi si stanno mobilitando, da Strasburgo a Nizza, da Lille a Bordeaux, passando per Orléans e Nantes. Su Twitter è già partito l’hashtag #NuitDeboutToulouse, dove “da due settimane ci sono diverse manifestazioni – racconta Carlotta Bausardo, altra torinese che sta scrivendo la tesi di laurea nella capitale dell’Occitania – Gli studenti sono mobilitati contro la legge sul lavoro, c’è fermento nell’aria”.

Qui sotto la galelry delle manifestazioni a Toulouse.

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.