Obesità, arriva la webserie che parla ai giovani

di Caterina Michelotti e Roberta Turillazzi

Nel periodo dell’adolescenza, tra le tante insicurezze che ai ragazzi può capitare di affrontare, c’è quella legata al proprio corpo e al peso. “Fatti più in là” è la prima webserie interattiva che si schiera contro la discriminazione dell’obesità tra gli adolescenti. Progettata e realizzata dall’associazione Erreics Onlus, ha vinto il Bando regionale per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro. Il progetto sarà presentato a Torino il 30 gennaio alle 10 al cinema Massimo.

Non si tratta solo di immagini, ma di un vero e proprio video game che sarà diffuso attraverso Youtube e i social network. I ragazzi avranno un ruolo chiave nello svolgimento della storia virtuale, potranno effettuare scelte attive che influenzeranno l’andamento della narrazione e permetteranno loro di verificare le conseguenze di ogni  possibile azione.

Sono stati scelti questi media per diffondere il progetto per via delle loro potenzialità: una webserie, infatti, ha la concreta possibilità di solleticare l’interesse del pubblico di riferimento, spingendo anche i giovani a riflettere sulle proprie abitudini.

Parlare ai giovani è sempre più difficile- sostiene Giada Giustetto Vicepresidente di Erreics Onlus e coordinatore del progetto ‘Fatti più in là’-. Abbiamo quindi scelto di usare il loro linguaggio mediatico per portare alla luce problemi sempre più diffusi e urgenti in ambito scolastico. Il risultato è stato inaspettato:la partecipazione emotiva di questi ragazzi al tema delle tante discriminazioni a cui sono sottoposte le persone obese ci rende ottimisti sul futuro e sul recupero di una cultura della tolleranza e del rispetto”.


                  youtube: youtube.com/fattipiuinlaweb

twitter: @fattipiuinla  

facebook: fatti più in là

This entry was posted in Notizie and tagged , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

One Trackback

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>