Un ostello della gioventù alla Cavallerizza

Uno scenario affascinante per il recupero e la valorizzazione dello storico complesso di via Verdi. Il progetto della Regione Piemonte e del Comune di Torino mira alla realizzazione di un grande ostello capace di ospitare migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo. Per loro, posti letto, cibo e spazi dedicati all’arte, in una struttura che occuperebbe un terzo della Cavallerizza Reale. L’obiettivo è offrire un servizio per il turismo low cost, fatto di voli a basso costo, interrail e ostelli. Un settore turistico su cui la città di Torino pare essere impreparata. Il progetto sarebbe finanziato da una parte dei fondi strutturali europei a disposizione della Regione, quella vincolata alla spesa per cultura e turismo. Una serie di incontri tra l’assessore regionale alla cultura Antonella Parigi, l’assessore al patrimonio del Comune Gianguido Passoni e il sindaco Fassino hanno stabilito le fasi del percorso che porterà alla pubblicazione di un bando pubblico. Tra qualche giorno si potrebbe arrivare alla firma di un protocollo d’intesa tra enti locali, università e fondazioni bancarie. E c’è già l’interesse di alcune grandi catene alberghiere. Ad oggi, la Cavallerizza è occupata dalla “Assemblea Cavallerizza 14:45”, un luogo di incontro per cittadini, studenti e lavoratori dello spettacolo che da tempo difendono l’immobile dal degrado e dalla vendita ai privati.

This entry was posted in Notizie and tagged , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>