Panico tra i correntisti Mps ma è soltanto una provocazione

Venti persone in coda davanti al bancomat del Monte dei Paschi di Siena di piazza San Carlo. Una diffusione di annunci allarmanti riguardanti il blocco dell’erogazione di contanti che si espandono sui social network in modo virale. Correntisti della banca senese, coinvolta in questi giorni nello scandalo derivati, che si informano telefonicamente sulla possibilità di ritirare i propri risparmi. Sarebbero le premesse, verosimili, per uno scenario da panico se non si trattasse di un blitz mediatico dell’organizzazione politica Casa Pound. Questa mattina i militanti dell’organizzazione, che fa capo all’omonimo centro sociale romano, si sono radunati davanti alla filiale di piazza San Carlo della banca toscana e hanno dato vita a un flash mob degno dell’Argentina nel 2001. Intento dichiarato: provocare confusione. Le fotografie scattate hanno poi costituito la base per la diffusione on-line di numerosi messaggi di “invito al panico” rivolti a tutti i correntisti Mps.

Già da alcuni giorni i militanti della formazione, candidata per la prima volta alle elezioni politiche di febbraio, stavano diffondendo sul web messaggi che recitavano “Attenzione, è previsto per venerdì 7 il blocco dei conti correnti di Mps. Andate subito a ritirare i vostri soldi. Fate girare”. E iniziative simili si stanno moltiplicando in tutta Italia suggerendo, dietro l’azione torinese, una regia nazionale. Casa Pound non è nuova all’utilizzo del guerrilla marketing applicato al movimentismo (una delle  azioni più note furono i manichini impiccati contro i tassi di prestito delle banche). Agli sportelli di piazza San Carlo si sono mostrati stupiti per l’allarmismo provocato: “Qui non abbiamo nessun problema con l’erogazione, la gente si sarà bevuta qualcosa di strano…”.

 

 

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Un Commento

  1. Paolo Ravinale
    Posted 07/02/2013 at 19:27 | Permalink

    Ottimo articolo ;)

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>