Futura

08/06/2016

Per pavimento un prato: prima lezione di yoga al Valentino

Filed under: Cultura,Notizie — Federico Gervasoni @ 10:02

Il fitto mosaico di tappetini colorati è l’immagine della prima lezione di yoga all’aria aperta a Torino, avvenuta questa mattina all’interno del Valentino.

L’atmosfera inizia a scaldarsi quando Giulia Cittaro, l’insegnante, invita il gruppo di partecipanti – una ventina in totale – a trovare la giusta concentrazione. Poi i movimenti di braccia e gambe all’unisono, sotto l’ombra degli aceri alternandosi tra asana (posizioni) e pranayama (controllo del respiro).

Gli unici rumori che si percepiscono oltre alla voce della yogi, sono il respiro, il canticchiare degli uccellini e lo stormire degli alberi. L’erba al posto del pavimento, il cielo come soffitto. I sessanta minuti di meditazione scorrono tra la pace e la calma che soltanto il polmone verde della città sa dare.

“Lo yoga – spiega Giulia che lo pratica da vent’anni – è una disciplina che permette di ricercare la propria serenità interiore e condividerne la bellezza attraverso una pratica che risveglia il corpo, rendendolo armonico”.

L’energia si amplifica nel collettivo, motivo per cui l’afflusso di persone che praticano yoga è cresciuto molto a Torino negli ultimi anni. “A differenza degli altri sport, questo aiuta a riconnettersi con la propria parte dormiente e a riprendere contatto con noi stessi” – prosegue l’insegnante.

Il ciclo di incontri, tutti in forma gratuita e di livello base, proseguirà stasera con un’altra lezione sempre all’interno del parco e riservata alle persone che per motivi di lavoro non hanno potuto partecipare in mattinata. “Con l’arrivo dell’estate gli incontri andranno avanti sino a settembre: l’obiettivo è quello di coinvolgere sempre più persone nelle pratiche della meditazione”.

Nessun commento

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.

Powered by WordPress