Il Pestelli 2015 premia la miglior tesi giornalistica

Un riconoscimento per le tesi che affrontano il tema giornalistico. Oggi alle 17, presso il palazzo Ceriana Mayneri, si svolgerà la consegna del Premio Pestelli 2015. Un premio di 1500 euro che andrà a Andrea Corda, per la tesi “Il giornalismo in Sardegna dall’istituzione della Regione autonoma ai giorni nostri, tra conservazione e innovazione”.

Durante la serata ci saranno anche tre menzioni speciali. per Paolo Maggioni con la tesi: “Sportivo sarà lei. Il giornalismo sportivo di Beppe Viola 1961-1982″, per Ivan Pagliero per “Dai Beatles alla disco music. La popular music nella stampa comunista 1963-1979″ e per Miriam Goi con “L’influenza dei social media sulle strategie editoriali dei siti di news”.

Si è trattato di un compito duro e complesso, ma che – osserva  il Presidente del Centro Studi torinese, Giorgio Levi -. grazie soprattutto all’impegno dei docenti universitari di Palazzo Nuovo Mauro Forno, Marta Margotti e Bartolomeo Gariglio ha dato ottimi frutti”. A Palazzo Ceriana sono arrivate tesi da parte di studenti universitari di ogni regione d’Italia. Tutti i lavori hanno affrontato temi di attualità, strettamente legati al giornalismo. Un successo enorme, e insperato, nonostante questa sia solamente la prima edizione. E anche un viatico importante per la seconda, prevista nel 2016, alla quale già si sta lavorando.

Intanto il patrimonio del Pestelli che già conta oltre 5 mila volumi continua ad arricchirsi:  lo storico Gianluigi Montresor ha donato al Centro la sua collezione di saggi sul giornalismo.

This entry was posted in Cultura, Futura, Notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.