Poirino, al via la 5^ edizione dell’IScream Festival

“Perché anche in provincia c’è vita”. Giorgia Tomatis, 30 anni, una delle organizzatrici dell’IScream Festival di Poirino, racconta la rassegna all’alba della sua quinta edizione. Sedici band invitate, workshop (per esempio di fotografia) e spettacoli teatrali dal 3 al 5 luglio. Ingresso gratuito e tanto gelato.

“L’IScream è nato per gioco e molto velocemente – spiega Giorgia Tomatis, già direttrice artistica della rassegna Funeral Party e organizzatrice di eventi al Circolo dei Lettori, Scuola Holden, Blah Blah e altri locali di Torino –  Ragionando insieme a un amico su cosa offrisse e potesse offrire anche la provincia, in termini di eventi, mi venne l’idea di organizzare l’IScream a Poirino, dove sono cresciuta”.

In cinque anni, i numeri sono diventati importanti: “La prima edizione prevedeva 6 band, in cinque anni siamo saliti a 16”. Anche le presenze sono in costante crescita, “contiamo di superare le 6 mila dello scorso anno”.
Cornice dell’IScream Fest, il parco dell’Agrigelateria San Pè. Le band si esibiscono in due spazi (un anfiteatro e un palco allestito ad hoc). Grande attenzione verso la scena torinese (Perturbazione, Bianco, Nadàr Solo, oltre alla partnership con Partycillina) e non (Etruschi from Lakota, Chiara Dello Iacovo, Ongaku Motel, Il Triangolo). Venerdì e sabato, concerti dalle 19 a mezzanotte. Domenica (dalle 15 alle 20), giornata pensata soprattutto per le famiglie, con artisti di strada e teatro.

Un festival di tre giorni, ma con a monte un’organizzazione partita a dicembre. “Per contattare gli artisti – ricorda Giorgia Tomatis, ma soprattutto per un dialogo con gli enti, le associazioni territoriali e gli sponsor. L’obiettivo è far sì che l’IScream resti gratuito. Oggi è una bellissima realtà”.

This entry was posted in Cultura, Notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.