Processo Thyssen: “Operai come i militari in Vietnam”

Fonte: Google immagini

Dopo l’incidente rimasero scioccati e si ammalarono delle stesse sindromi “dei soldati reduci del Vietnam o dell’Iraq” i sette operai che tentarono di prestare i primi soccorsi ai loro colleghi della Thyssenkrupp arsi vivi nell’incendio del 6 dicembre 2007. Per questo motivo il loro avvocato, Vittorio Rossini, ha chiesto oggi al processo un risarcimento che varia dai 230 mila ai 423 mila euro.  Secondo il legale, i sette riportarono un gravissimo shock che, nei mesi successivi, si manifestò in attacchi di panico, insonnia, allucinazioni vere e proprie. Una consulenza medica ha accertato un disturbo post-traumatico da stress: a scatenare una crisi potevano bastare gli odori di cucina, che facevano pensare alla carne bruciata o a dei luoghi chiusi e bui. In aula, l’avvocato Rossini ha fatto riascoltare la telefonata con cui un operaio chiamò il 118 facendo concentrare l’attenzione sulle urla di sottofondo. “Una scena – ha detto – da inferno dantesco”.

Durante l’udienza l’avvocato della parte civile, Sergio Bonetto, ha chiesto anche 129 mila euro per ogni operaio che lavorava all’acciaieria all’epoca dell’incidente che costò la vita a sette dei loro colleghi. Quaranta gli ex operai dello stabilimento di corso Regina Margherita che si sono costituiti parte civile, sul banco degli imputati i dirigenti dell’azienda. La richiesta, secondo il legale, è dovuta al fatto di “essere stati tenuti a lavorare in condizioni di rischio via via crescenti costruite all’intero dello stabilimento di Torino nell’interesse della Thyssenkrupp”. Al termine dell’udienza, tutti gli operai presenti sono andati a stringere la mano al loro avvocato.

A cura di Addante e Madala

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>