Rincari: autotrasportatori pronti a scioperi e blocchi

Boicottare l’autostrada e bloccare il traffico con una serie di tir-lumaca. È questo il senso dello sciopero bianco minacciato da Cna-Fita se non saranno rivisti gli aumenti delle autostrade scattati il primo gennaio. Questo pomeriggio a Roma, le principali associazioni che rappresentano il trasporto, CNA-Fita, Confartigianato e Fai, rappresentate da Unitras, si riuniranno per discutere eventuali manifestazioni di dissenso per i rincari che sono scattati in tutta Italia, con una media nazionale del 3,9 %.

“Per quanto riguarda il Piemonte i costi stanno diventando insostenibili, se si considera che l’autostrada Torino-Aosta ha subito una maggiorazione del 15 %, mentre sulla tratta Torino-Milano, una delle più frequentate siamo a un buon 5 %  – spiega il segretario regionale del Piemonte Costantino Spataro – la media nazionale viene fatta considerando anche gli aumenti insignificanti che sono stati fatti sulle tratte meno utilizzate.  E la questione risulta ancora più grave poiché avevamo firmato un protocollo d’intesa con il governo che ci assicurava il blocco delle accise e ci è arrivata invece una stangata”. “Chiediamo  – ha dichiarato Anna Mozzone, presidente Cna-Fita del Piemonte –che il Ministro Lupi riconvochi il tavolo con le rappresentanze che hanno firmato il protocollo d’intesa del 28 novembre scongiurando così un fermo che avrebbe paralizzato il Paese.”

E c’è grande attesa per l’incontro di domani con il ministro Lupi e l’associazione delle società concessionarie (Aiscat) in cui si discuterà la possibilità di realizzare degli abbonamenti per i pendolari e gli autotrasportatori che utilizzano con maggiore frequenza le tratte che hanno subito gli aumenti. “L’obiettivo – afferma ancora  Anna Mozzone – è condividere una tempestiva soluzione che calmieri questo aumento indiscriminato e che tuteli l’autotrasporto italiano. Ben venga il sistema degli abbonamenti proposti dal ministro per gli utilizzatori abituali, purché tra questi vengano compresi anche gli autotrasportati, ma dal confronto potranno scaturire soluzioni altrettanto valide.”

 

This entry was posted in Cronaca, Futura, Notizie and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>