Roma-Juventus: vendetta o conferma?

di Marco Belloro ed Enzo Boldi

Le sfide tra Juventus e Roma hanno sempre un sapore particolare e speciale per i tifosi. Nonostante si tratti di una partita di Coppa Italia, c’è grande attesa per la gara in programma all’Olimpico stasera e il clima che si respira sembra ricalcare i fasti degli anni ‘80, quando la rivalità tra bianconeri e giallorossi ha toccato i suoi massimi storici. Ora i volti sono cambiati, ma il campionato sopra ogni aspettativa della società capitolina ha riacceso l’attesa e la passione intorno a questa sfida. Rudi Garcia ha il dente avvelenato dopo il secco 3-0 rifilatogli dai bianconeri due settimane fa. Nella vittoria contro il Livorno di sabato, il tecnico francese ha risparmiato Maicon e Totti, pronti a guidare i giallorossi verso la semifinale. Antonio Conte, invece, sembra intenzionato ad affidarsi alle “seconde linee” con Tevez, Llorente, Buffon e Barzagli destinati alla panchina. Occasione da non perdere per Quagliarella e Giovinco, quest’ultimo oggetto del desiderio di diverse società di Serie A (Parma e Bologna su tutte, ma non solo). Ecco il parere di Franco Causio e Francesco “Ciccio” Graziani, due protagonisti delle epiche sfide degli anni ’80.

Chi tra Roma e Juventus arriva meglio alla sfida di stasera?

Graziani – «Entrambe le  squadre stanno vivendo un ottimo periodo di forma, ma la Roma potrebbe sfruttare il fattore campo e il calore della curva Sud».

Causio – «Il campionato parla chiaro: scontro diretto a parte, tutti e due i club stanno tenendo un ritmo inimmaginabile».

Il turnover potrà incidere?

G. – «Conoscendo Antonio Conte non darei per scontato un massiccio turnover bianconero. Inoltre, le cosiddette “seconde linee” della Juve sarebbero titolari in qualsiasi altra squadra della Serie A».

C. – «Penso che i bianconeri al completo abbiano qualche chance in più. Un eventuale turnover farebbe il gioco della Roma che non ha ancora digerito la sconfitta allo Juventus Stadium».

Chi sarà l’uomo decisivo?

G. – «Ho fatto l’attaccante e ritengo che i gol arrivino da là davanti. Mi aspetto molto da Totti e Destro».

C. – «Se gioca, Vidal».

Un pronostico?

G. – «Il cuore dice Roma. Ho il presentimento che la vincitrice uscirà dalla lotteria dei calci di rigore».

C. – «Non sono un mago, ma sono sicuro che sarà una bella partita».

This entry was posted in Futura, Notizie, Sport and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>