La senatrice Monica Cirinnà contestata al Cle / IL VIDEO

di Frola, Iacomussi e Merola

La famiglia in Italia e la sua nuova regolamentazione: Monica Cirinnà è intervenuta al Campus Luigi Einaudi durante un incontro per trattare del tema di cui è stata protagonista in Parlamento.
“A che punto siamo? Che ne è stato degli aspetti rimasti fuori dal maxi emendamento? Qual è il rapporto tra i saperi della famiglia e la discussione su come tradurli in un’innovazione legislativa?”. Prima che la senatrice potesse rispondere a queste domande, un gruppo di studenti del Collettivo Lgbt di Unito, armato di striscione e megafono, ha contestato il suo intervento: “Lasciamo quest’aula perché con il ddl non si è tentato di difendere la famiglia per tutti”.
“Chiamate civile la discriminazione, non meritate la nostra attenzione”: è lo slogan con cui gli studenti hanno abbandonato il dibattito, senza dare possibilità a Cirinnà di replicare. “Ognuno fa le proprie scelte – è stata la prima reazione della senatrice – Grazie a tutti per essere qui, a chi è rimasto e anche a chi se n’è andato. Ciò testimonia che serve continuare a parlarne, perché anche io avrei voluto il matrimonio egualitario ma bisogna comprendere che la politica è l’arte del possibile, con i numeri parlamentari che ci sono a disposizione”.

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.