Serie A, la Juventus non ride e il Torino piange

La domenica calcistica torinese ha vissuto nel segno degli argentini, che sono stati croce e delizia per granata e bianconeri. A Verona contro l’Hellas, la Juventus è stata vittima di un contrappasso tutto in tinta albiceleste: al doppio vantaggio di Carlos Tevez, che sembrava aver indirizzato già nel primo tempo i tre punti verso Torino, hanno risposto nella ripresa le reti di Luca Toni (autore finora di 11 gol e 9 assist in serie A) e Juanito Gomez che al 94’ ha regalato un inaspettato pareggio alla squadra allenata da Andrea Mandorlini. Una beffa per i bianconeri che per buona parte del pomeriggio, complice il contemporaneo pareggio che si è materializzato nel derby della capitale, hanno viaggiato sul filo di un virtuale +11 in classifica (con la Roma che recupererà solo a inizio aprile la gara sospesa contro il Parma). Un risultato che, oltre a metter la parola fine a questo campionato, gli avrebbe consentito di affrontare gli imminenti impegni di Europa League con meno pressioni dovuti al doppio impegno. Antonio Conte, infuriato a fine partita con i suoi per l’atteggiamento molle dimostrato nella seconda parte di gara, ha annullato il riposo previsto oggi nel tentativo di tenere alta la tensione e l’attenzione.
Domenica tutta da dimenticare per il Torino che nel match delle 12.30 si fa sconfiggere in casa dal Bologna, vede allontanarsi la zona Europa League e si fa avvicinare da Lazio e Genoa. Eppure sono stati proprio i granata a passare in vantaggio dopo 5 giri di lancetta con il solito Ciro Immobile, ma la gioia del vantaggio è durata ben poco. Nel giro di 20 minuti, però, l’argentino Jonathan Cristaldo realizza la doppietta (gravi le responsabilità di Padelli sulla prima rete e della difesa granata sul secondo) che capovolge il risultato e frena la corsa della squadra di Ventura. Il Toro è stato anche sfortunato, basti pensare al palo colpito da Glik, ma ha dimostrato di soffrire di alcuni cali di tensione che potrebbero rappresentare una pesante zavorra da qui a fine campionato.
This entry was posted in Futura, Notizie, Sport and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>