Suicidio e crisi: oggi due casi

È record di suicidi per motivi economici. I casi in Italia sono in aumento. Sono l’ultimo grido dei senza voce. Le statistiche parlano di un caso al giorno tra i disoccupati. Il rischio poi è più alto tra vedovi e separati, mentre paiono meno fragili le donne sole. La giornata di oggi pare un bollettino di guerra. Si va da Verona a Bologna, ma la notizia è sempre la stessa: lavoratore si dà fuoco. Ha 27 anni l’operaio edile di origine marocchina che stamattina si è dato fuoco perché senza stipendio da quattro mesi. E’ stato ricoverato in ospedale con ustioni alla testa e alle gambe. E ha 58 anni l’artigiano edile bolognese che da ieri è ricoverato, gravissimo, al Grandi Ustionati di Parma con ustioni sul 100% del corpo. Dietro al suo gesto, con ogni probabilità, le sue pendenze con il fisco.
Questi sono solo due esempi, ma anche fatti sconvolgenti, “una richiesta di aiuto che non ci può lasciare indifferenti”, come ha detto il sindaco di Bologna, Virginio Merola. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, ha sottolineato che l’Agenzia “seguirà direttamente questa situazione per non creare ulteriori problemi”. E ha aggiunto che “in una situazione di difficoltà economica e di crisi finanziaria, episodi come questi purtroppo possono accadere”. D’altro canto, il segretario del Prc Paolo Ferrero accusa il governo e le banche che, “nonostante abbiano avuto grandi prestiti a basso costo dalla BCE, non fanno credito a chi opera nell’economia reale e cerca disperatamente di mantenere l’occupazione”. Prosegue affermando che “parallelamente il governo con le sue manovre sta aggravando la recessione e aumentano la disoccupazione, facendo pagare alle fasce più deboli il prezzo della crisi”.
This entry was posted in Cronaca, Lavoro, Notizie. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>