Futura

09/03/2016

Il vino italiano brinda al successo sui colossi internazionali: oggi il convegno

Filed under: Cultura,Notizie — Tag:, , , , , , , , , — Sabrina Colandrea @ 13:29

L’industria del vino italiana è tornata alla ribalta sulla scena internazionale dopo aver vinto la sfida contro i nuovi Paesi produttori. Se ne parlerà oggi nel corso del convegno “Prospettive dell’industria italiana del vino”, organizzato dal Dipartimento di Economia e Statistica “Cognetti de Martiis” dell’Università di Torino. A sole due settimane dalla conferenza che ha chiuso il Festival del Giornalismo Alimentare, “Comunicare il vino ai giovani“, a Torino si torna a discutere di enologia. Alle 17.30, nell’Aula A4 del Campus Luigi Einaudi, gli esperti del settore esamineranno le prospettive dell’industria vitivinicola italiana.

Prenderanno parte all’incontro l’assessore regionale all’Agricoltura, alla Caccia e alla Pesca Giorgio Ferrero, il presidente di Eataly Oscar Farinetti, Giulio Porzio di Fedagri-Confcooperative e presidente dei Vignaioli Piemontesi, Antonello Maietta, a capo dell’Associazione Italiana Sommelier, il presidente del Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Pietro Ratti e Stefano Castriota della Facoltà di Economia dell’Università di Bolzano. A introdurre i lavori sarà, invece, Alessandro Corsi del Dipartimento di Economia e Statistica dell’Università di Torino.

Tra i produttori tradizionali, l’Italia ha retto più brillantemente di altri il confronto con l’Australia, il Cile e il Sudafrica, che, dagli anni ’90, sono diventati fortemente competitivi in termini di qualità e prezzo. Partendo dalla presentazione del volume di Stefano Castriota, “Economia del Vino”, edito da Egea, il convegno analizzerà il buon risultato italiano.

Oggi le esportazioni del nostro Paese si collocano su livelli qualitativi alti e su fasce di prezzo decisamente superiori rispetto al passato. Durante l’incontro saranno trattati questo e altri temi, come gli strumenti del marketing, le possibili politiche in favore del settore vitinicolo, il ruolo delle cooperative e le prospettive di evoluzione del gusto dei consumatori. Ma l’intento degli organizzatori è allargare la discussione al futuro del settore vitivinicolo italiano.

Gli interrogativi sono tanti e riguardano soprattutto la sfida a continuare, lungo la direzione già intrapresa, in un contesto internazionale sempre più competitivo. Appare un segno positivo in questo senso la partecipazione di ben 117 imprese piemontesi al Prowein di Düsseldorf, la più qualificata e specializzata fiera vinicola della Germania. Dal 13 al 15 marzo, le società esporranno al salone i loro vini migliori, coordinate dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione del Piemonte.

Powered by WordPress