Test INVALSI: “No alla scuola quiz”

Boicottati in centinaia di istituti i test Invalsi, le prove scritte nazionali destinate agli studenti di medie e superiori. Un centinaio di persone hanno manifestato stamani davanti al Ministero dell’Istruzione in concomitanza con lo svolgimento, oggi, delle prove preparare dall’Istituto di valutazione per le scuole superiori. “Dobbiamo opporci  categoricamente al modello di scuola e di valutazione che ci vogliono imporre che non tiene conto delle conoscenze critiche degli studenti e non valorizza i percorsi di studio nelle classi”. Lo afferma Carmen Guarino, responsabile valutazione dell’Unione degli studenti. Secondo Piero Bernocchi, leader dei Cobas e promotore della protesta, sono molte decine di migliaia i docenti, studenti e Ata che hanno detto no “alla miserabile scuola-quiz” scioperando o boicottando i test. Il Collettivo autonomo studentesco di Bologna ha poi invitato a invalidare il test cancellando il codice indicativo. Intanto l’Invalsi fa sapere che solo lo 0,70% delle classi non ha fatto le prove. Dati contestati dai Cobas, che accusano il ministero di aver fornito cifre truffaldine, relative alle sole scuole-campione dove erano presenti gli ispettori.

Che cos’è l’Invalsi?

L’INVALSI, si legge sul sito ufficiale (www.invalsi.it), è l’Ente di ricerca che ha raccolto l’eredità del Centro Europeo dell’Educazione (CEDE) istituito nei primi anni settanta del secolo scorso.
L’Istituto effettua verifiche periodiche e sistematiche sulle conoscenze e abilità degli studenti e sulla qualità dell’offerta formativa, studia le cause dell’insuccesso e della dispersione scolastica, predispone annualmente i testi della nuova prova scritta dell’esame di Stato per le scuole medie e superiori. L’Invalsi è soggetto alla vigilanza del Ministero della Pubblica Istruzione.

This entry was posted in Cronaca, Cultura, Notizie. Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>