Torino, battere l’Atalanta per continuare a stupire

Domenica pomeriggio i granata scenderanno in campo allo stadio Olimpico di Torino contro l’Atalanta per superare quota 30 punti in classifica. La squadra di Ventura arriva a questa partita reduce da due risultati utili senza subire reti: il pareggio (0-0) con la Fiorentina e il successo di Reggio Emilia con il Sassuolo (0-2). I bergamaschi potrebbero rappresentare uno scoglio per il Torino, anche se i numeri sono tutti dalla parte del club di Cairo: gli uomini di Colantuono sono 12esimi in classifica con 24 punti frutto di 7 vittorie, 3 pareggi e 10 sconfitte, ma in questa stagione hanno dimostrato di soffrire le partite in trasferta (solo 1 vittoria e un pareggio a fronte di 8 sconfitte per un magro bottino di 4 punti).

L’Atalanta ha fatto visita al Torino in altre 54 occasioni nella massima serie con il bilancio che sorride ai granata: 23 vittorie, 15 pareggi e 8 sconfitte. Nell’ultimo precedente della scorsa stagione Cerci e Birsa hanno regalato i 3 punti ai piemontesi (per i nerazzurri inutile la rete di German Denis). L’ultimo successo del club di Percassi in casa del Toro risale al 2007: Bellini e Zampagna regalarono la vittoria ai bergamaschi rendendo vana la rete di Abbruscato.

Un paio di curiose statistiche: domenica sul terreno di gioco dello stadio Olimpico si sfideranno la squadra (il Torino) con la miglior percentuale di contrasti riusciti in questa stagione (77,8%) e quella che è il fanalino di coda in questa speciale classifica (l’Atalanta con il 69,3%); a difendere i pali delle due compagini ci saranno il portiere più “impegnato” della Serie A (Consigli per i nerazzurri con 67 interventi) e quello meno sollecitato dalle conclusioni avversarie (Padelli per i granata con 61 parate).

This entry was posted in Futura, Notizie, Sport and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>