Torino, i bambini delle madri detenute andranno a scuola fuori dal carcere

La Città di Torino ha sottoscritto un accordo con la Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno” e l’ufficio esecuzione penale esterna per l’inserimento di bambine e bambini delle madri detenute nei nidi e nelle scuole d’infanzia cittadini. I piccoli fino a 3 anni saranno accolti nel nido “Elvira Verde” nel quartiere Vallette, mentre da quest’anno i bambini di 5 anni verranno inseriti nella scuola d’infanzia circostante.

“Vogliamo garantire il diritto allo studio anche per i bambini che vivono il disagio di avere la propria madre in carcere” – spiega il direttore della casa circondariale Domenico Minervini – In questo modo potenziamo un servizio già esistente che permette ai bambini di uscire dal penitenziario e vivere la loro esperienza scolastica più serenamente”. Attualmente l’Icam di Torino, l’istituto a custodia attenuata che accoglie donne detenute e i loro figli piccoli, ospita due madri con tre bambini, tutti di etnia rom.

Il progetto dell’assessorato alle politiche educative, guidato da Mariagrazia Pellerino, prevede che i bambini partecipino alle attività proposte dalle educatrici del nido.

“Si tratta di un passo importante – aggiunge l’assessore alle politiche educative che prevede anche il lavoro sulla genitorialità delle persone detenute: un modo concreto per contribuire ai loro percorsi di reinserimento nella vita sociale”.

Da quest’anno scolastico, l’assessorato alle politiche educative interverrà a sostegno delle madri e dei padri detenuti con due iniziative. Un incontro rivolto a tutti i detenuti, inserito all’interno del programma di appuntamenti dell’educazione che sarà realizzato nella casa circondariale. Infine tre saranno gli appuntamenti destinati alle madri ospiti nel “Lorusso e Cutugno” per sensibilizzarle sui benefici che bambini e bambine possono ricavare dalla frequenza del nido e della scuola dell’infanzia.

This entry was posted in Cronaca, Futura, Notizie and tagged , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.