Torino: il New York Times ama la periferia, ma gli under25 il centro città

Il New York Times ha consigliato 52 città da visitare nel 2016, una per ogni settimana dell’anno. E la 31esima  tappa è Torino. Il quotidiano americano indica tra i posti imperdibili il quartiere Aurora, la zona periferica di Barriera di Milano e il Monferrato, Langhe e Roero, terre di grande enogastronomia dallo scorso anno patrimonio dell’umanità Unesco.

Il capoluogo piemontese, meta turistica soprattutto nell’ultimo decennio, sulla scia delle Olimpiadi Invernali 2006, per il NYT ha molto da offrire: oltre a una vivissima realtà culturale e musicale le luci d’artista, il Salone del gusto di Slow Food, e manifestazioni come Artissima e Paratissima.

Per i giovani torinesi, però, le opportunità di svago preferite sono soprattutto nel centro città. E’ nel cuore di Torino, infatti, che amano andare durante il loro tempo libero. Tra le zone più apprezzate piazza Vittorio, a un passo dai locali sempre affollati dei Murazzi, sulla sponda del Po. Al secondo posto tra le preferenze spicca il Quadrilatero, storico quartiere romano che oggi ospita una larga fetta della movida nottura torinese. Medaglia di bronzo a San Salvario, tra le scelte espresse dalla maggioranza degli studenti universitari o prossimi alla maturità. Questo quartiere, uno dei più verdi e multietnici della città, offre intensa vita notturna: pub, locali e piazzette dove i giovani si ritrovano per bere, mangiare e chiacchierare fino all’alba.

Non mancano però, tra i luoghi del cuore degli studenti, anche gli spazi dedicati all’arte. Dal Museo Egizio – gettonatissimo anche da chi lo ha già visitato in passato grazie alla recente ristrutturazione – alla Galleria d’Arte Moderna , che ha ospitato mostre importanti come la Collezione di Monet proveniente dal Muséè D’Orsay, fino al Mao, la casa torinese dell’Arte Orientale. Immancabili tra le tappe indicate dai ragazzi i grandi parchi, dal Valentino al Ruffini, e tutti gli spazi verdi della città come la Pellerina o il Parco Europa, uno dei punti più panoramici della città.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.