Torino va a nozze con la cultura per diventare più attraente agli occhi di tutti

La Fondazione per la Cultura di Torino e la Camera di Commercio hanno presentato questa mattina a Palazzo Birago “Sposa la cultura”, un progetto unico in Italia, con lo scopo di coinvolgere gli imprenditori torinesi nel sostenere attivamente la vita culturale della città.
“La centralità conquistata da Torino nel panorama nazionale e internazionale conferma il ruolo della cultura come motore per lo sviluppo economico di un territorio e come servizio fondamentale per la crescita della comunità – spiega Vincenzo Ilotte, presidente della Camera di Commercio di Torino. La cultura è un elemento fondamentale per il quale ci impegniamo da sempre al massimo” – ha poi concluso il presidente. “Sposa la Cultura” significa perciò convolare a nozze i grandi eventi della città, come Biennale Democrazia, Torino Jazz Festival, Torino Classical Music Festival e Natale coi fiocchi. L’iniziativa multiculturale si rivolge alle oltre 107 mila imprese presenti sul territorio, le quali attraverso il loro sostegno economico possono interpretare un ruolo di primo piano in città, al fine di rendere più belli e attraenti i singoli eventi.
“Con l’aiuto di professionisti abbiamo creato una città molto ricca dal punto di vista del panorama artistico e culturale – afferma Angela La Rotella, segretario della Fondazione per la Cultura. Siamo infatti convinti che questa collaborazione possa trovare l’accoglienza di chi vuole continuare a vedere la nostra città crescere sul piano della qualità”.
Offrire alle imprese torinesi una visibilità di carattere nazionale nel tentativo di promuovere il concetto di cultura. Questa, in sintesi la missione della Camera di Commercio che in sinergia con la Fondazione permetterà alle piccole e grandi aziende di aderire a questi eventi.
Infatti, a seconda dell’entità dell’investimento, suddiviso in una serie di scaglioni differenti, i soggetti che aderiscono a questo originale e suggestivo matrimonio hanno così accesso a un ampio ventaglio di benefit. Si parte dalle nozze di cotone che garantiscono 250 euro, fino ad arrivare alle nozze di diamante che con un grande sostegno di 15 mila euro permettono alle aziende la possibilità di scegliere la progettualità che decidono di finanziare.
Per aderire al progetto, le imprese possono visitare la sezione speciale “Sposa la cultura” del sito www.fondazioneperlaculturatorino.it e compilare una pagina apposita dove indicare i propri dati e scegliere, a seconda dell’entità di investimento, la tipologia di pacchetto offerta.

This entry was posted in Cultura, Futura, Notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.