Torino-Parigi: istruzioni per l’uso

Un'immagine aerea di Parigi

Dallo scorso weekend Torino e Parigi sono più vicine: domenica 27 marzo è infatti decollato da Caselle il primo volo Ryanair per la capitale francese. La nuova rotta è prevista quattro giorni alla settimana, il lunedì, il mercoledì, il venerdì e la domenica, con partenze da Torino alle 19,05 e da Parigi alle 17,20, per un volo di circa un’ora.

Ryanair, come d’abitudine, si appoggerà su un aeroporto secondario, quello di Parigi Beauvais, garantendo però un collegamento autobus con il centro città (nello specifico con la stazione della metropolitana di Port Maillot) a 15 euro per un tragitto di circa un’ora. Anche considerando il costo per raggiungere Caselle dal centro di Torino (5,50 con il bus Sadem da Porta Nuova), l’offerta sembra presentare vantaggi economici non indifferenti: prenotando con un certo anticipo è possibile assicurarsi un weekend all’ombra della Tour Eiffel con poco più di 70 euro, contro i 150 euro minimi di Air France, unica compagnia a collegare direttamente Torino e Parigi dopo la cancellazione – cinque anni fa – del volo EasyJet su Orly. Scegliendo di partire in settimana i costi si abbassano ulteriormente, con voli a partire da 12 euro tasse comprese.

L’offerta aerea diventa così concorrenziale con quella su rotaia, proposta da Artesia: i Tgv “Manzoni” e “Caravaggio” collegano Porta Susa e Gare de Lyon con partenze sia al mattino che al pomeriggio, per un viaggio di circa 6 ore. Sul sito di Trenitalia è possibile scegliere tra diverse tariffe, il cui costo varia in maniera consistente a seconda della tempestività della prenotazione: acquistando con un paio di mesi di anticipo si può accedere all’offerta “Smart Price”, con biglietti a 60 euro andata e ritorno. Il prezzo standard, denominato “Flexi”, è decisamente più alto (98 euro), ma esistono tariffe intermedie più convenienti (“Switch”, “Go” e “Moove”) se si sceglie di rinunciare a eventuali rimborsi o cambi prenotazione.

Tra i vantaggi del treno c’è anche la possibilità di gestire autonomamente il bagaglio, cosa che in aereo – viaggiando low-cost in particolare – non è possibile: Ryanair consente di  portare con sé solo un bagaglio a mano di dimensioni contenute, mentre l’aggiunta di un’ulteriore valigia o borsone richiede un esborso di 15 o 25 euro per tratta a seconda del peso.

La riapertura di un volo low-cost tra Torino e Parigi rappresenta comunque un segnale incoraggiante per il futuro dei collegamenti tra il capoluogo sabaudo e l’Europa. Al momento le destinazioni straniere raggiungibili da Caselle con la Ryanair sono sei: Parigi, Londra, Bruxelles, Barcellona, Ibiza e Madrid. Proprio il volo tra Torino e la capitale spagnola ha compiuto oggi il suo primo anniversario.

This entry was posted in Notizie and tagged , , , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>