“Torino parla Europeo”: Fassino e Ajani siglano il protocollo/ il video

Nonostante Bruxelles, nonostante gli attentati, nonostante Parigi, “Torino parla Europeo”: si tratta del protocollo, siglato questa mattina dal rettore Gianmaria Ajani e dal sindaco Piero Fassino al Campus Einaudi, per mettere insieme le risorse, gli impegni e la volontà, per promuovere una maggiore attenzione alla comunicazione sull’Unione Europea. Un evento che non è stato annullato per solidarietà e testimonianza nei confronti delle vittime e di chi ancora crede nella possibilità di un’integrazione.

“Servono politiche sovranazionali – ha spiegato Fassino – perché non c’è un tema rilevante della vita contemporanea in cui i problemi possano essere risolti diversamente. Non le decisioni nazionali, non ‘farsi più piccoli’ per proteggersi meglio, possono salvare l’Europa: chi parla di chiudere le frontiere e va contro queste logiche si illude”. Anche Ajani ha parlato di muri da abbattere: “Oggi iniziamo una stagione di condivisione di spazi e di opportunità, un giorno dopo Bruxelles e pochi giorni dopo la tragedia dei ragazzi in Spagna. Come ha detto la presidente del Senato Laura Boldrini, di fronte alla chiusura dei confini e a chi vuole rifugiarsi nei propri spazi nazionali, serve più Europa, serve mantenere gli spazi aperti”.
Dopo due brevi interventi di Fabrizio Spada, direttore a Milano della rappresentanza della Commissione europea in Italia, e di Rosario Ferrara, direttore della Scuola di Scienze Giuridiche, l’incontro è terminato con un minuto di silenzio in ricordo delle vittime e con una contestazione da parte di alcuni studenti nei confronti di Fassino.
La giornata proseguirà nel pomeriggio con i dibattiti “Ue: tutela dei diritti fondamentali e costruzione di uno spazio pubblico europeo” e “Islamofobia e integrazione europea: quali rischi per la libertà, i diritti e la cittadinanza?”, che si terranno sempre al Campus Einaudi.

This entry was posted in Cronaca, Notizie and tagged , , , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.