Tornano i Murazzi del Po

Quest’estate i Murazzi potrebbero tornare protagonisti della movida torinese. Martedì infatti, la giunta comunale ha approvato il provvedimento, presentato dall’assessore al Patrimonio Gianguido Passoni e dall’assessora all’Arredo urbano Ilda Curti, che aggiorna il piano integrato d’ambito della scorsa estate.
Potranno tornare i dehors all’esterno delle arcate con tavoli e sedie mentre i concessionari dovranno impegnarsi ad assicurare la pulizia e a farsi carico delle spese di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Dopo la delibera delle scorse settimane che definiva le linee guida per la concessione delle arcate (sei anni rinnovabili di altri sei), e gli investimenti per l’installazione di lampioni “intelligenti” a Led lungo la passeggiata e una zona free wi-fi su tutta l’area, si va così ad aggiungere un altro tassello verso la restituzione dei Murazzi alla cittadinanza.
“Entro fine marzo dovrebbe essere pubblicato il bando di assegnazione – hanno spiegato Curti e Passoni – per avere a maggio i nuovi assegnatari, così che quest’estate possa vederli già protagonisti”. A tre anni dalle proteste del 2012 che portarono alla chiusura dei locali e all’apertura delle inchieste per disturbo alla quiete pubblica, abusi edilizi e canoni mai pagati il lungo Po dovrebbe tornare ad animare le notti estive. Il 5 giugno intanto, undici gestori di locali delle arcate, compariranno in giudizio per la prima udienza del processo alla movida.

This entry was posted in Cronaca, Futura, Notizie and tagged , , , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.