Viaggio…ma non ditelo a mia madre

“Viaggiare è la mia passione: sono affascinato dalle storie straordinarie che ogni Paese ha da offrire”. Così racconta Diego Buñel reporter tv e nipote del regista surrealista Luis. Sarà lui a chiudere, con il suo documentario “Non dire a mia madre che sono in Iraq”, la IV edizione della rassegna “Per sentieri e remiganti”,  dedicata dal Gruppo del Cerchio all’attore Sotigui Kouyaté scomparso qualche mese fa.
L’appuntamento è per Sabato 30 ottobre alle ore 21 al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino (via Giolitti 36), con un incontro con Buñel intitolato “Per un nuovo giornalismo: reportage iper-realisti contro i pregiudizi“.Si parlerà della possibilità, secondo l’autore, di proporre un diverso modo di fare giornalismo, che racconti anche il positivo di contesti drammatici di norma rappresentati dalla stampa solo in negativo. Verrà quindi contrapposto il giornalismo che costruisce le notizie tendendo a esasperare gli aspetti negativi delle realtà internazionali più dure e difficili con quello che presenta anche i segni di chi cerca di resistere attivamente al negativo della devastazione. Successivamente verrà proiettato il documentario “Non dire a mia madre che sono in Iraq”,  realizzato in collaborazione con Nat Geo Adventure.

Per info: www.gruppodelcerchio.it

This entry was posted in Futura, Notizie and tagged , , , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Scrivi un Commento

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>