Voce ai giovani: premiata la tesi su Campo Mortola

Lunedì mattina, presso la Sala Vigliano del Castello del Valentino, si è tenuto il secondo appuntamento dell’edizione 2016 di “Voce ai giovani”, ciclo di incontri in cui si presentano al pubblico le tesi di laurea incentrate sul territorio del Nord Ovest, organizzati dal Centro per l’UNESCO di Torino, in collaborazione con l’Università degli studi di Torino e il Politecnico.

L’incontro è stato dedicato al sito di importanza comunitaria di Capo Mortola (Ventimiglia). Il neo laureato Francesco Blardoni ha illustrato la sua analisi floristico-vegetazionale condotta in 28 stazioni, dislocate lungo il sentiero che percorre la costa di Capo Mortola, seguendo il confine dei Giardini Botanici Hanbury, per mostrare suggerimenti e proposte di azioni per la valorizzazione e la tutela del sito.

All’incontro hanno preso parte anche la relatrice della tesi, la professoressa Consolata Siniscalco dell’Università di Torino,  i correlatori Marco Devecchi, sempre di Unito, e Mauro Mariotti dell’Università degli studi di Genova e la professoressa Maria Paola Azzario, presidente del Centro per l’UNESCO torinese.

Il Centro, in collaborazione con la Regione Piemonte, ha creato, già nel 1997, l’archivio “Tesi di Laurea su Torino e sul Piemonte”. Nel 2008, invece, sono nati i “pomeriggi dell’Archivio Tesi”, un modo per dare voce ai giovani e per valorizzare il patrimonio artistico e umano della regione. 4 incontri l’anno, durante i quali gli autori delle tesi selezionate illustrano al pubblico i risultati delle loro ricerche. Nel primo semestre del 2016 sono state presentate tesi di particolare originalità sul tema del paesaggio, quale patrimonio naturale e culturale da conoscere e tutelare. Nel secondo semestre saranno premiate ancora due tesi, stavolta sul tema del design, come contributo alle celebrazioni per “Torino Città UNESCO del design”.

This entry was posted in Cultura, Notizie. Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.